Facebook

Mentre i ricercatori continuano a studiare il effetti della cannabis medica, uno dei filoni di studio più interessanti è rappresentato dall’utilizzo del CBD come trattamento per l’asma. L’asma è una malattia respiratoria che è più diffusa nei bambini, anche se colpisce pure gli adulti.

La maggior parte delle persone che non vedono nel CBD un possibile trattamento per l’asma è perchè non sono a conoscenza di modalità di assunzione diverse dal consumo per combustione, metodo di assunzione che aggraverebbe le condizioni cliniche del malato. Oltre a questo, le persone sono spesso spaventate dai possibili effetti psicotropi quando si parla di cannabis. Quello che si deve sapere è con i prodotti CBD non portano ad avere effetti psicotropi, poichè il CBD, al contrario del THC, non produce questo effetto. In questo articolo, vi racconteremo tutto quello che c’è da sapere sull’uso del CBD per l’asma, e come si potrebbe potenzialmente trattare l’asma con CBD.

Cos’è l’asma?

L’asma è una malattia polmonare, simile al COPD, che è caratterizzata da compromissione del sistema respiratorio. Alcuni dei sintomi dell’asma possono includere respiro affannoso, tosse, senso di oppressione del torace, difficoltà di respirazione.

Un attacco d’asma può essere scatenato da allergeni come la forfora, la polvere, le muffe, il polline e i forti odori. Alcuni fattori non legati ad allergeni sono lo stress, il fumo, gli elementi atmosferici, le malattie l’inquinamento atmosferico e le forti emozioni, come le urla, i pianti e le risate.

La causa dell’asma è ancora sconosciuta, anche se è considerata un’anomalia genetica. Colpisce più i ragazzi che le ragazze, ma le donne muoiono di asma più degli uomini.

Come viene trattata l’asma?

Non c’è ancora una cura per l’asma. I medici aiutano i pazienti a gestire i sintomi e a ridurre la frequenza degli attacchi. Alcuni dei trattamenti attuali includono broncodilatatori e steroidi. Il farmaco serve per alleviare gli attacchi e per la gestione a lungo termine i sintomi.

Cos’è il CBD?

Il cannabidiolo (CBD) è tra le centinaia di cannabinoidi che si trovano nella cannabis. Questi cannabinoidi hanno potenti benefici terapeutici, e vengono studiati senza sosta per stabilire come possono aiutare a trattare malattie come l’asma, sclerosi, e il diabete.

info

Il CBD viene estratto dalla cannabis sativa e trasformato in diversi prodotti. Anche se alcune persone la fumano, il CBD medico è fatto in capsule, polveri, bevande, pillole, creme e caramelle gommose. Il THC, la sostanza chimica che dà alla cannabis il suo effetto psicoattivo, è escluso quando si estrae il CBD dalla pianta di cannabis. Questo rende il CBD sicuro per l’uso medico senza far sentire i pazienti sballati.

I termini CBD e olio CBD sono per lo più utilizzati in modo intercambiabile. Dovreste sapere che quando si parla di Olio di CBD si fa riferimento al prodotto che si può normalmente comprare senza prescrizione medica. L’olio di CBD contiene l’estratto di CBD e un olio vettore, spesso viene usato come olio vettore l’olio di canapa. Quello che determina l’effetto benefico sul corpo è l’estratto di CBD, potete vedere il quantitativo di estratto contenuto nel prodotto in termini percentuali (olio 5%, olio 15%, olio 20%).

I vantaggi dell’olio CBD per il trattamento dell’asma

Vantaggi dell’olio CBD per il trattamento dell’asma

L’asma è associata ai bronchioli costretti, i “tubicini” che trasportano l’ossigeno agli alveoli. Quando un paziente ha un attacco d’asma, questi bronchioli si restringono.

Questo riduce la quantità di ossigeno trasportato, facendo percepire al paziente una mancanza di respiro. Il CBD aiuta a dilatare bronchioli. Quando si dilatano, trasportano abbastanza ossigeno e il paziente può respirare normalmente.

Il CBD aiuta a dilatare i bronchioli durante un attacco o in circostanze normali. Alcuni studi suggeriscono che agisce più velocemente dell’isoproterenolo. Tuttavia, questo è ancora in fase di studio in quanto alcuni esperti pensano che possa causare una costrizione bronchiale quando il paziente si riprende da un attacco dopo un trattamento con CBD.

Il CBD agisce da antimucosa ed espettorante

La sovrapproduzione di muco e l’incapacità di espellere questo muco può irritare i pazienti asmatici e causare una congestione del torace. Questa congestione riduce l’aria che può passare attraverso le vie aeree del paziente, causando disagio.

Il CBD ha dimostrato il suo potenziale nel ridurre la secrezione di muco in eccesso e di decongestionare la sensazione di ostruzione dei polmoni. Questo è molto importante per aiutare a contrastare gli attacchi d’asma.

Il CBD è un anti-spasmodico

I bronchioli e i muscoli bronchiali in un paziente asmatico si contraggono e si infiammano. Gli studi hanno dimostrato che il CBD ha un effetto anti-infiammatorio e che può essere di aiuto ai pazienti asmatici oper riduce l’infiammazione dei bronchioli e dei muscoli bronchiali.

Il CBD è un analgesico

I dolori acuti al petto sono uno dei sintomi che i pazienti asmatici presentano durante un attacco. Gli spasmi dei bronchioli che si restringono e si dilatano possono causare un dolore significativo.

Il CBD può aiutarli riducendo la costrizione e permettendo il passaggio di più aria attraverso le onde dell’aria, riducendo così il dolore che il paziente sta provando. Il CBD può anche ridurre il dolore nei pazienti asmatici lavorando sui recettori del dolore sul torace.

Come vengono utilizzati i prodotti CBD per trattare l’asma

Se soffrite di asma, sapete che il fumo può essere pericoloso per la vostra vita. Dovreste optare per trattamenti CBD che non comportino il fumo di cannabis. Ecco le migliori alternative per voi:

Inalatore: Probabilmente avete familiarità con il classico inalatore. É possibile trovare degli inalatori per CBD. Questo è un modo eccellente di assumere il CBD nel modo più efficace.

Vaporizzatore: Mentre un vaporizzatore CBD può dilatare e decongestionare il petto, questo metodo non è suggeribile per chi soffre di asma, poiché può provocare attacchi di tosse che possono portare ad arresti respiratori.

Olio di CBD o Capsule: Ci sono oli CBD sul mercato che possono aiutare a trattare l’asma. È possibile acquistare CBD anche sotto forma di capsule. Le capsule sono semplici nel dosaggio e non hanno il sapore forte della canapa. In alternativa l’olio è il prodotto più semplice da usare. Basta metterne alcune gocce sotto la lingua per avere un effetto totale sul corpo.

CBD Powder/Crystals: Potete mescolare questi cristalli con la vostra bevanda preferita o con dell’acqua. Leggete l’etichetta del prodotto e contattate il fornitore per avere più info su come mescolare i cristalli con il giusto dosaggio.

Effetti collaterali del CBD

I benefici del CBD prevalgono sui lievi effetti collaterali che potreste sperimentare. Gli effetti collaterali differiscono da persona a persona, in quanto il nostro corpo reagisce in maniera soggettiva al CBD. Ecco alcuni effetti collaterali che si possono verificare quando si utilizza il CBD nel trattamento dell’asma.

  • Sonnolenza
  • Battito cardiaco basso
  • Diarrea
  • Bocca asciutta
  • Stordimento
  • Perdita di appetito

Precauzioni per l’assunzione di CBD

Per ottenere il meglio dal vostro olio CBD e per non avere effetti collaterali dati dall’interazione con i medicinali classici, è altamente consigliato farsi guidare nell’uso del cbd dal proprio medico. Alcuni farmaci non dovrebbero essere usati insieme ai prodotti CBD. Il vostro medico può dire quali farmaci evitare quando si usa Il CBD.

Leggete anche questo articolo: Interazione tra CBD e altri farmaci

Evitare di fumare e di svapare se si soffre di asma. Questo può essere fatale in quanto può peggiorare le condizioni dei polmoni. É importante mettere la salute al primo posto. Inoltre, anche quando iniziate a usare il CBD, non smettete di usare i vostri normali farmaci.

Fate attenzione a quando iniziare il vostro trattamento CBD. Non si dovrebbe iniziare durante un attacco grave.

Il CBD è legale in alcuni Paese e illegale in altri. In Italia, per esempio, è legale Si dovrebbe conoscere se il CBD è legalizzata nel proprio stato.

Il mio medico mi prescriverà l’olio CBD per la mia asma?

Alcuni medici lo raccomandano ai loro pazienti. Se il CBD è legale nella vostro Paese, discutete con il vostro medico curante per decidere se utilizzarla o meno come parte del vostro trattamento dell’asma.

Inoltre, non troverete l’olio CBD nella vostra farmacia. Tuttavia, se volete acquistare l’olio CBD, potete procurarvelo nei negozi online autorizzati.

Come scegliere dove comprare l’olio CBD

Volete essere sicuri di ottenere un CBD di alta qualità per curare la vostra asma. Dovreste guardare l’etichetta per vedere se i vostri prodotti CBD contengono sostanze che possono essere dannose per voi come pazienti asmatici. Le recensioni di altri utenti possono essere un valido aiuto nella ricerca del negozio giusto. Se state pensando di usare il CBD per l’asma, ma non sapete cosa cercare, al momento dell’acquisto per la prima volta – consultate la nostra guida all’acquisto.

Riferimenti

Leave a Reply

Your email address will not be published.Required fields are marked *

otto + diciassette =